Principali destinazioni

Composizioni San Valentino


Che coppia sei? Fiore e piante da regalare a San Valentino

La festa degli innamorati non è dedicata solo alle coppie consolidate. San Valentino può rappresentare l’occasione giusta per quelle coppie che hanno vissuto una crisi, ma che hanno il desiderio di rimettere insieme i pezzi della loro storia; oppure può essere il giorno in cui qualcuno trova il coraggio di dichiararsi alla persona che da tempo fa battere il suo cuore. Così, esistono tante forme di amore e altrettanti tipi di coppia che possono essere celebrate con la composizione di San Valentino più adatta alla loro situazione. Vediamone insieme qualcuna.

Tulipani e fiori di campo per dichiararsi

Dire Ti amo con un fiore: non esiste gesto che coinvolga in modo così vivo tutti i sensi e rappresenti in pieno il significato totalizzante della parola amore. Quando siamo coinvolti, tuttavia, questo amore totalizzante non siamo in grado di comunicarlo a parole; ecco che i fiori ci vengono in aiuto permettendoci di dichiarare il nostro amore senza parole ma in modo elegante, romantico e profondo. Ci sono fiori e piante che sono adatti per essere regalati alla persona del cuore. Il tulipano rappresenta l’amore intenso e si presta a esprimere una gamma di sentimenti associando la piante al colore giusto: rosso è sinonimo di passione, rosa di amicizia da coltivare, giallo di gelosia ma anche di allegria. Per dichiarare il proprio amore, il colore da scegliere è l’arancione: rimanda alla voglia di fare un passo avanti, di vagliare le possibilità per instaurare un rapporto; è un modo con cui si chiede alla partner la disponibilità a cominciare un percorso insieme.

Una composizione di fiori per chiedere perdono

Dire perdonami non è un segno di debolezza, ma rafforza i legami e li rende duraturi nel tempo. L’importanza di chiedere scusa si traduce in un atto di bellezza che si esprime attraverso i fiori: come questi, chi chiede perdono si sente fragile temendo il rifiuto; eppure tenta con coraggio la riconciliazione resistendo alla vergogna, come i fiori resistono al maltempo. Regalare una composizione di fiori per chiedere perdono è un gesto semplice ma sempre efficace. La peonia simboleggia la vergogna e la timidezza; è un fiore perfetto per chiedere perdono per qualcosa che si è commesso e per il quale si ha vergogna, così come le calendule che indicano dolore e dispiacere per l’errore compiuto. Gli anemoni sono fiori che indicano riconciliazione e l’intenzione di compiere il primo passo per porre rimedio, ma è il giacinto il fiore perfetto per essere regalato quando si commettono cose sgradevoli.

Orchidee, gigli e fiori di pesco per le coppie solide

Le coppie consolidate festeggeranno San Valentino per rinnovare il loro amore e ricordare il tempo passato e soprattutto i tanti momenti, belli o brutti, superati insieme durante il loro cammino. Così la composizione adatta alle coppie solide per celebrare la festa degli innamorati è la pianta di orchidea. Questa pianta è spesso regalata per anniversari di matrimonio, perché simboleggia l’amore solido: a dispetto delle condizioni climatiche in cui vive può crescere e prosperare con le giuste attenzioni e con l’impegno. Le orchidee sono considerate il fiore dell’amore eterno, rispettoso e indissolubile. In Oriente sono scelte per festeggiare le mamme, perché il rapporto tra una madre e il figlio è la perfetta rappresentazione di un affetto indistruttibile. Il giglio bianco può essere regalato all’interno di un matrimonio o di una convivenza perché rappresenta l’amore costante o la volontà di consolidare il proprio rapporto con un figlio. I fiori di pesco, rappresentano la dedizione eterna, e son solitamente regalati nelle coppie di neo sposi. Accompagnano fiori di pesco e gigli le bellissime e coloratissime dalie, simbolo della vittoria dell’amore sul tempo. Un’idea originale e divertente da regalare il giorno di San Valentino sono i bonsai: sebbene le spine possano trarre in inganno, queste piccole piante sono simboli di resistenza e tenacia proprio come un amore che non ha bisogno di conferme.